Storia di una panchina

Rieducazione sentimentale contro il cinismo quotidiano

Ci sono quelli che parlano senza sosta. Parlano di tutto e non lasciano nemmeno un momento di silenzio. E lo capisci che stanno colmando l’imbarazzo, che non gl’interessano le cose di cui stanno parlando, che hanno testa e cuore altrove. Quelli lì, alla fine, o si baciano o si danno appuntamento a un “quando capiti da queste parti” che poi – però – non capita mai.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s